ACCEDI A logo-cat

Hai dimenticato la tua password?

Inserisci il tuo indirizzo mail per ricevere il link per reimpostare la tua password.

loader

ACCEDI A logo-cat

Ti abbiamo inviato una mail

Clicca sul link e segui le istruzioni per reimpostare la tua password. Se non hai ricevuto la mail, per cortesia controlla la posta indesiderata.

ACCEDI A logo-cat

Ti abbiamo inviato una mail di conferma.

ACCEDI A logo-cat

Mandami nuovamente la mail di conferma

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere mail di conferma.

loader
cat-feed

FEED.

Il cambiamento: proporre un nuovo cibo al vostro gatto

Per il vostro gattino è giunto il momento di passare al cibo per adulti? Avete un gatto adulto che sta entrando in una nuova fase della sua vita? Avete adottato un gatto e volete proporgli un nuovo cibo? Il vostro gatto ha semplicemente smesso di mangiare il suo solito cibo e sembra desiderare un cambiamento? Oppure il vostro veterinario ha consigliato di variare la dieta per motivi di salute? Qualunque sia la ragione, potrà capitarvi di dovere cambiare la dieta del vostro gatto.

Proporre al vostro gatto un nuovo cibo a volte può essere difficile, ma ci sono alcune semplici strategie che potete adottare per aiutarlo ad abituarsi alla nuova dieta.

Vediamo innanzitutto quali sono i cibi giusti in relazione all’età del vostro gatto, dopodiché penseremo ai modi per presentargli il nuovo cibo.

L’alimentazione giusta per il vostro gatto

Il vostro gatto è un animale rigorosamente carnivoro con esigenze e fabbisogni nutrizionali unici.

Ma a prescindere dalla sua età, ha bisogno di una dieta completa ed equilibrata che gli fornisca tutte le calorie, le proteine, i minerali e le vitamine per garantirgli salute, benessere e longevità.

I gattini (di meno di un anno) sono in una fase di crescita elevata e hanno bisogno di più calorie e sostanze nutritive essenziali rispetto ai gatti adulti. Inoltre, hanno un apparato digerente sensibile e un sistema immunitario in via di sviluppo. Per questi motivi, se avete un gattino è importante scegliere un cibo specificamente formulato per questo periodo della sua vita.

I gatti adulti (di più di un anno) che non sono in gravidanza né allattano sono nella cosiddetta fase di “mantenimento alimentare”. Se il vostro gatto è in questa fase, la sua dieta dovrebbe consistere in alimenti di alta qualità che offrano l’equilibrio nutrizionale necessario per la sua attività fisica e mentale. Inoltre, lo stile di vita dei gatti si è evoluto alla pari di quello degli uomini, più urbanizzato e sedentario. Oggi, quasi la metà di tutti i gatti adulti vive in casa. Pertanto, sebbene i bisogni essenziali dei gatti non siano cambiati, la loro dieta deve adattarsi al nuovo stile di vita.

I gatti sterilizzati possono tendere a essere meno attivi e più interessati al cibo, pertanto può essere più difficile mantenere il peso corporeo ideale, soprattutto nelle 18 settimane successive alla sterilizzazione. Durante questo periodo il peso di un gatto cambia, a volte in modo poco evidente. È importante prestare maggiore attenzione dal momento in cui il vostro gatto torna a casa dopo la sterilizzazione, pesandolo e controllandolo a intervalli frequenti per assicurarvi che mantenga il suo peso normale. Se volete essere ancora più sicuri, il WALTHAM Centre for Pet Nutrition ha sviluppato un semplice sistema di valutazione delle dimensioni e del peso che potete adottare a casa. Ricordate che i cibi appositamente studiati per i gatti sterilizzati possono contribuire al mantenimento del peso forma.

Anche i gatti in gravidanza o allattamento, in fase di svezzamento, maturi (oltre i 7 anni di età) e anziani (oltre i 14 anni) hanno esigenze alimentari specifiche.

Gli studi indicano che i gatti maturi hanno un fabbisogno energetico più basso rispetto ai gatti più giovani, per cui generalmente la loro dieta può essere più povera di calorie. Pertanto, è molto importante monitorare il peso corporeo del gatto maturo, poiché tenderà a diminuire la sua attività quotidiana pur ricevendo spesso la stessa quantità di cibo, il che può portare a un aumento di peso e potenzialmente al diabete. Al contrario, i gatti anziani hanno spesso più problemi a digerire e ad assorbire proteine ​​e grassi - dunque a mantenere un peso corporeo ottimale - e la loro dieta deve tenerne conto.

Come sempre, la cosa migliore è chiedere il parere del veterinario, che sarà in grado di consigliare la corretta dieta in base all’età del vostro gatto, tenendo conto di altri fattori importanti relativi allo stile di vita, come per esempio il suo livello di attività.

Qualunque cosa diate da mangiare al vostro gatto, è importante seguire le raccomandazioni del produttore, che vi aiuteranno a determinare la giusta quantità di cibo per i bisogni del vostro gatto.

Infine, anche il palato vuole la sua parte! Al vostro gatto deve piacere quello che gli date da mangiare. È ovvio che il cibo che non mangia non ha alcun valore nutrizionale.

Quando introdurre un gattino al cibo per gatti adulti

I gattini hanno lo stomaco piccolo e preferiscono sbocconcellare il cibo, spesso mangiando fino a 18 volte al giorno. Ma quando crescono, raggiungendo di solito intorno ai 6 mesi il 75% delle dimensioni e del peso corporeo da adulti, le porzioni diminuiranno.

All’età di 12 mesi, i gatti sono generalmente considerati adulti. Questo è il momento di presentare al vostro gattino il cibo per gatti adulti.

Tempo di cambiare

Che abbiate un gattino, un gatto appena adottato o un gatto adulto che sta entrando in una nuova fase della sua vita, ci sono diversi modi per rendere il passaggio a un nuovo cibo il più tranquillo e facile possibile.

Innanzitutto, non abbiate fretta. Anche se il vostro gatto sembra avere bisogno di un cambiamento o accetta facilmente il nuovo cibo, è importante dare al suo apparato digerente il tempo di adattarsi.

Introducete piccole quantità del nuovo cibo all’interno del suo normale pasto per un periodo di cinque o sette giorni.

Iniziate sostituendo il 20% del solito cibo del gatto con il nuovo cibo e mescolandoli insieme. Aumentate gradualmente la proporzione fra il nuovo cibo e quello precedente fino a dare al vostro gatto solamente il nuovo cibo.

Assicuratevi sempre che il vostro gatto abbia a disposizione acqua potabile pulita e osservate il suo appetito, la qualità delle sue feci e il suo peso durante la transizione. Questi fattori sono buoni indicatori del suo interesse verso il nuovo cibo e della sua salute complessiva.

Se dovete introdurre un gattino al cibo per gatti adulti, sappiate che i gattini spesso apprezzano le novità: adorano scoprire nuovi odori, sapori (pollo, agnello, manzo, pesce) e consistenze (salse, mousse, gelatine, croccantini morbidi, ripieni o più duri). Offrire un ambiente positivo e divertente al vostro gattino mentre fa queste nuove scoperte lo aiuterà ad adattarsi al nuovo cibo. Inoltre, questo potrà aiutarlo ad affrontare nuove esperienze e altri nuovi cibi quando crescerà.

Consigli di Perfect Fit per aiutare il vostro gatto a variare la dieta

LEGGI DI PIÙ

E se il mio gatto ignora il nuovo cibo?

Il vostro gatto è unico e ha le sue preferenze, che dipendono molto dal cibo e dalla modalità con cui è stato nutrito da piccolo. Nel tempo, alcuni gatti sviluppano un’attrazione per diversi sapori, un forte interesse per la varietà e un rifiuto verso alcuni tipi di cibo. Invecchiando, il vostro gatto potrebbe diventare più selettivo e perfino schizzinoso.

Per il piacere e il benessere del vostro gatto, potreste dovere provare vari cibi prima di individuare quello che gli piace veramente. Tutto può semplicemente dipendere dall’odore del cibo e dal palato del gatto! Il gatto potrebbe aver bisogno di assaggiare diversi tipi di cibo prima di trovare qualcosa che gli piace, specialmente se il nuovo cibo è meno appetitoso o se il suo olfatto è ridotto a causa di problemi di salute o dell’età.

Inoltre, il vostro gatto può trovare il nuovo cibo difficile da masticare o ingerire, il che in effetti può essere un segno di invecchiamento e, per la precisione, un problema dentale. Non è sempre facile identificarlo fin dall’inizio, ma può certamente influire sul comportamento alimentare del vostro gatto. Potreste scambiarlo per un calo di appetito o pensare che il vostro gatto stia diventando esigente. Se pensate che il vostro gatto possa soffrire di problemi dentali, consultate il vostro veterinario, che tramite una radiografia alle gengive potrà controllare i potenziali disturbi e consigliarvi la giusta linea d’azione.

Se il vostro gatto ha difficoltà a passare al nuovo cibo, ci sono alcune altre strategie che potete adottare per agevolare la transizione:

  • Mescolate completamente il vecchio cibo al nuovo, in modo che non possa distinguere quello che preferisce. Potete aiutarvi aggiungendo una piccola quantità di acqua calda.
  • Il cibo appena riscaldato emanerà più aromi rispetto al cibo freddo e probabilmente sarà più allettante per il vostro gatto (la temperatura ottimale è quella ambiente o leggermente superiore, ma non superate mai i 42 °C).
  • Se il vostro gatto ama il pesce, potete aggiungere una piccola quantità di olio di conservazione del tonno per donare più aroma e sapore, ma consultate il veterinario per assicurarvi che sia adatto alla dieta eventualmente prescritta.

Ma soprattutto, non lasciate mai il vostro gatto a digiuno, poiché questo può avere gravi implicazioni per la sua salute. Se evita completamente il nuovo cibo, è meglio tornare a quello vecchio e riprovare in futuro, seguendo i suggerimenti riportati sopra.

Detto questo, esiste una piccola percentuale di gatti che è considerata “neofobica”, il che significa che teme qualsiasi cambiamento o novità, inclusi gli alimenti (Bradshaw et al., 20001). Normalmente, quando gli viene proposto un nuovo cibo, il gatto ne mangia una piccola quantità la prima volta prima di aumentarne gradualmente l’assunzione (Bradshaw 19862). Ma può succedere che il vostro gatto rifiuti completamente il nuovo cibo, soprattutto se è molto insolito (O’Malley, 19953). Se sospettate che il vostro gatto possa essere neofobico, parlate con il veterinario di altre strategie che potrebbero aiutarlo ad adattarsi.

Il cambiamento può essere positivo!

A volte le cose devono necessariamente cambiare.

A prescindere dall’età del vostro gatto, siate pazienti durante tutte le transizioni e siate disposti ad adattarvi se non accetta immediatamente il suo nuovo cibo.

Sentitevi liberi di sperimentare: provate diversi sapori e formati, come cibi umidi, secchi o semi-umidi. Siate ottimisti riguardo al cambiamento: scegliete cibi adeguati al vostro gatto e ricordate che lo state esponendo a una nuova esperienza, occupandovi di una delle sue più importanti esigenze fisiologiche. Con un po’ di ottimismo e di pazienza, il vostro gatto si adatterà e l’ora del pasto continuerà a essere il momento più importante della sua giornata.

1Bradshaw JW, Healey LM, Thorne CJ, Macdonald DW, Arden-Clark C. Differences in food preferences between individuals and populations of domestic cats Felis silvestris catus. Appl Anim Behav Sci. 2000 Jun 1;68(3):257-268.
2Bradshaw JWS. Mere exposure reduces cats' neophobia to unfamiliar food. Anim Behav. 1986;34(2):613-614.
3O'Malley S. The role of variety in the diet. WALTHAM Focus. 1995;5(3):18-22.