ACCEDI A logo-cat

Hai dimenticato la tua password?

Inserisci il tuo indirizzo mail per ricevere il link per reimpostare la tua password.

loader

ACCEDI A logo-cat

Ti abbiamo inviato una mail

Clicca sul link e segui le istruzioni per reimpostare la tua password. Se non hai ricevuto la mail, per cortesia controlla la posta indesiderata.

ACCEDI A logo-cat

Ti abbiamo inviato una mail di conferma.

ACCEDI A logo-cat

Mandami nuovamente la mail di conferma

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere mail di conferma.

loader
cat-move

MOVE.

Lasciare che il gatto viva fuori o tenerlo in casa?Come prendere la decisione migliore per il tuo gatto e la tua famiglia

La decisione se lasciare che il gatto viva fuori o tenerlo in casa spesso è un momento topico per i proprietari di gatti, siano essi neofiti o esperti. Chi condivide, o ha condiviso, la propria vita e la propria casa con un amico felino o due, si sarà accorto che il dilemma dentro-fuori tende a superare in importanza anche le preoccupazioni relative ai vantaggi di cibo umido o secco, la scelta della lettiera giusta per il proprio gatto (e la migliore per la propria famiglia), o se e quando stabilire una volta per tutte se il gatto può dormire sul nostro letto di notte. Perciò, che il nuovo membro della famiglia sia un giovane micetto o un gatto più maturo, è molto probabile che prima o poi ci si trovi ad affrontare quello che all’inizio può sembrare un dilemma difficilissimo: devo far vivere il mio gatto in casa o fuori? E, come spesso succede, una buona domanda tira l’altra, e ci si potrebbe quindi porre una serie di interrogativi correlati del tipo: Quali sono i vantaggi che il mio gatto può ottenere vivendo all’aperto? Quali sono i rischi di lasciare fuori il mio gatto? Posso lasciare che il mio gatto casalingo stia fuori? Il mio gatto è felice in casa? Quali sono vantaggi e svantaggi della vita in casa? Un gattino deve poter uscire? In ogni caso, non c’è ragione di farsi prendere dal panico. Con un po’ di preparazione e ponderazione, non ci faremo sopraffare da questi dubbi.

In effetti, la decisione se lasciare uscire il gatto o tenerlo in casa non deve essere stressante, né per te, né per il tuo gatto. Per prendere una decisione ponderata che metta al primo posto il miglior interesse del tuo gatto, e poi una decisione che ti soddisfi, ti consigliamo di dare un’occhiata ai problemi più comuni per i gatti che vivono in casa e per quelli che vivono all’aperto

Come rispettare la personalità e le esigenze del tuo gatto

Quando si soppesano i pro e i contro della vita in casa rispetto a quella all’aperto, per prima cosa è importante ricordare due aspetti. Primo: come le persone, ogni gatto è diverso, con la sua personalità e le sue preferenze, perciò quello che può andare bene per un gatto, può non essere giusto per il tuo. Se, ad esempio, hai adottato un gatto randagio che ha vissuto sempre in libertà, il tuo nuovo amico potrebbe essere ansioso di andare in giro. D’altra parte, se il tuo gatto ha subito esperienze traumatiche con altri animali, forse sarà un po’ riluttante ad avventurarsi di nuovo all’esterno. Un gattino che non è mai uscito di casa potrebbe sentire il richiamo dell’esterno oppure no. Secondo: non esiste una risposta “giusta” o “sbagliata” alla questione dentro-fuori.Entrambe le soluzioni possono rendere la vita del gatto piena, soddisfacente e felice, purché tu adotti qualche accorgimento per rendere il suo ambiente, interno o esterno, quanto più sicuro e stimolante possibile. Il richiamo dei “grandi spazi” e il tuo gatto Molti gatti vogliono andare fuori, soprattutto dopo che hanno avuto un assaggio di libertà, mentre altri possono essere restii e decisamente cauti di fronte alla prospettiva di avventurarsi in un ambiente ignoto, pieno di esperienze sensoriali sconosciute. Detto questo, i gatti sono curiosi ed esploratori per natura. I gatti si lasciano attirare e stimolare facilmente dalla miriade di cose da vedere, di suoni, gusti, consistenze e odori in cui possono imbattersi all’esterno, tra cui gli insetti, il gioco di luci e ombre, i roditori, gli uccelli e le piante, per citarne solo alcune. Perciò, se il tuo gatto sembra interessato ad avventurarsi all’esterno, oppure se è in trepida attesa davanti alla porta, vale la pena valutare alcuni dei possibili vantaggi e svantaggi della vita all’aperto.

Per o contro lasciando fuori il suo gatto fuori

LEGGI DI PIÙ

Quali sono i vantaggi della vita all’aperto per il tuo gatto?

  • I gatti che vivono all’aperto hanno indubbiamente maggiori possibilità di fare attività fisica arrampicandosi, correndo o esplorando. Libero di vagare o semplicemente di esplorare uno spazio esterno limitato, il tuo gatto ha ovviamente più probabilità di non aumentare di peso.
  • Fuori, il gatto è totalmente libero di dare sfogo al comportamento istintivo di graffiare che potrebbe non piacerti in casa, sui mobili o sulle tende nuove.
  • L’ambiente esterno offre al tuo gatto curioso infinite possibilità di esplorazione di spazi più ampi dove trovare nuove cose da vedere, annusare, assaggiare, tra consistenze ed esperienze che stimolano la sua naturale curiosità e il suo benessere
  • Puoi creare per il tuo gatto una lettiera naturale in un punto riparato del giardino, oltre alla sua solita lettiera casalinga per quando piove o per la notte.
  • Al tuo gatto potrebbe anche piacere avere il suo angolo di giardino con erba alta in cui nascondersi e rotolarsi.

Quali sono i rischi di lasciare fuori il gatto?

  • Le auto sono uno dei principali rischi per i gatti che vivono all’aperto. Le strade trafficate sono particolarmente pericolose, ma il gatto può venire colto di sorpresa e investito da un’auto anche in una tranquilla strada di campagna.
  • I gatti corrono rischi anche nascondendosi dentro il cofano delle auto.
  • Possono anche allontanarsi troppo e perdersi. Ad ogni modo, evita di mettergli un collarino, per evitare rischi di strangolamento. Un’ottima alternativa al collarino è applicare al tuo gatto un collare di sicurezza regolabile su misura e che si possa spezzare, con una medaglietta identificativa
  • A seconda di dove abiti, un’altra potenziale minaccia per il tuo gatto può essere costituita da altri animali come le volpi o i cani, e soprattutto da altri rivali potenzialmente aggressivi.
  • I gatti che vivono all’aperto sono molto più esposti al contagio di malattie infettive, in particolare combattendo con altri gatti. Alcune gravi malattie piuttosto diffuse sono la leucemia felina, l’AIDS felino, gli ascessi e le infezioni delle vie respiratorie superiori, tra le altre.
  • Sono pericolose anche sostanze tossiche come veleno per lumache, liquido antigelo o veleno per topi.
  • Per il gatto sono tossiche anche alcune piante e fiori ornamentali piuttosto comuni, come i gigli o la Stella di Natale.
  • Il gatto potrebbe anche rimanere intrappolato nel garage o nel capanno di qualcuno.
  • Vivendo all’esterno, il tuo gatto è più esposto a parassiti comuni come zecche e vermi.

Pertanto, anche se lasciare che il gatto viva fuori offre molti chiari vantaggi, come la maggior attività fisica, l’esposizione a stimoli naturali e la possibilità di dare sfogo al suo istinto con comportamenti come l’esplorazione, ci sono anche dei ben noti rischi. Tra questi le auto, altri animali, malattie e parassiti, prodotti chimici o piante tossiche e la possibilità di smarrirsi o di rimanere intrappolato.

Come valutare il potenziale ambiente esterno del tuo gatto

È importante valutare attentamente l’immediato ambiente esterno disponibile al tuo gatto. Dovresti porti alcune domande di base del tipo “Quanto dista la strada più vicina?” Il mio giardino ha qualche tipo di recinzione che può tenere lontani i cani randagi e dissuadere il mio gatto ad uscire, anche se non necessariamente impedire che lo faccia? Quali sono i tipi di piante che ho in giardino? Ci sono cani che vivono vicino a me? Quali sono gli orari della mia famiglia? C’è sempre qualcuno a casa che possa far entrare il gatto se si sente impaurito o se volesse restare fuori? Tutte queste sono domande importanti se valuti questo importante cambiamento di stile di vita per il tuo gatto.

Decidere di far vivere il gatto all’esterno

Una volta soppesati vantaggi e svantaggi di far vivere il tuo gatto all’esterno e dopo averli valutati rispetto allo spazio a tua disposizione, forse hai deciso di lasciargli esplorare il mondo esterno. Ci sono molte cose pratiche che puoi fare per ottimizzare l’esperienza all’aperto del tuo gatto mantenendolo sano e al sicuro

Suggerimenti per ridurre al minimo i rischi per il gatto che vive all’aperto

  • Il tuo gatto deve avere tutti i vaccini previsti.
  • Sottoponilo regolarmente al trattamento antipulci, antizecche e di sverminazione
  • Provvedi all’applicazione del microchip. Il microchip è un metodo di identificazione permanente. Se il tuo adorato amico si perde o si allontana troppo da casa, se ha il microchip sarà molto più facile ritrovarlo.
  • Fai castrare il tuo gatto. In questo modo, non dovrebbe allontanarsi troppo da casa.
  • Se vivi vicino a una strada, non far uscire il tuo gatto durante le ore di traffico più intenso/le ore di punta.
  • Cerca di abituarlo a entrare in casa al tramonto. I gatti corrono i maggiori rischi di notte, quando possono essere abbagliati dalle luci delle auto.
  • Parla con i tuoi vicini. Chiedi se il tuo gatto va nel loro giardino per fare i suoi bisogni. Tienile pulite e in un luogo in cui il gatto si senta al sicuro e non troppo esposto
  • Se durante il giorno non trascorri molto tempo a casa, e non puoi fare uscire o rientrare il tuo gatto, valuta l’installazione di una gattaiola. Le gattaiole con lettura del microchip sono studiate per impedire ad altri gatti di entrare in casa.
  • Elimina eventuali prodotti chimici pericolosi dal tuo giardino e chiedi ai tuoi vicini quali prodotti usano.
  • Se possibile, verifica che nel tuo giardino non crescano piante velenose che il tuo gatto potrebbe mangiare, soprattutto se annoiato.
  • Coltiva un giardino a misura di gatto, dove non manchi la lavanda.
  • Valuta la possibilità di creare una recinzione che permetterebbe al tuo gatto di trascorrere del tempo all’aria aperta senza che si allontani troppo.

Devo lasciare uscire il mio gattino?

Se vuoi offrire al tuo gattino la possibilità di esplorare la natura, devi tenere presente qualche accorgimento in più. Anche se sei ansioso che il tuo adorabile micetto prenda un po’ di sole e respiri aria pura, non c’è alcuna fretta. Dal punto di vista del tuo gattino, la tua casa o il tuo appartamento offrono ampie opportunità di esplorazione (e di combinare guai) e di scoperta, perciò è difficile che si annoi stando in casa nelle prime fasi della sua vita. Il mondo esterno è davvero enorme, molto stimolante e forse un po’ spaventoso per un gattino, quindi è molto importante che tu tenga presenti alcuni aspetti legati alla sicurezza prima di farlo uscire di casa o dall’appartamento.

Suggerimenti per fare uscire il tuo gattino in tutta sicurezza

  • Proteggi il tuo gattino dalle malattie infettive. Non farlo uscire per almeno una settimana dopo il completamento del primo ciclo di vaccini e del primo trattamento contro pulci e vermi.
  • Fai applicare il microchip al tuo gattino prima di lasciarlo uscire.
  • Controlla di aver liberato il giardino da eventuali oggetti appuntiti o sostanze tossiche che il gattino potrebbe calpestare o ingerire.
  • Scegli un momento tranquillo per le sue prime avventure all’aperto. Verifica che non stiano facendo lavori nelle vicinanze. Il gattino può spaventarsi per i rumori forti.
  • Non lasciare mai un gattino fuori da solo, nemmeno per un minuto. Il tuo piccolo non ha alcuna arma di difesa contro le aggressioni di altri animali.
  • Accompagnalo sempre fuori e lascialo giocare per brevi periodi di tempo, poi fallo rientrare.
  • Stagli molto vicino e ricordati che i gattini si muovono molto rapidamente, soprattutto se spaventati.
  • Quando possibile, avvisa i tuoi vicini di casa che hai intenzione di portare fuori il gatto. Se hanno un cane, tieni sotto controllo il tuo gattino quando si incontrano
  • Copri eventuali specchi d’acqua come fontane o laghetti per essere sicuro che il gattino non vi cada dentro.

Il gatto in casa: cosa devi sapere

Una volta soppesati i pro e i contro dell’ambiente esterno per il tuo gatto, potresti decidere che è meglio che stia in casa. È una decisione perfettamente valida. Ricorda che tu sei il miglior giudice di ciò che è giusto per il tuo gatto in base al tuo ambiente di vita e alle sue esigenze. È comunque meglio essere consapevoli dei vantaggi e degli svantaggi di far vivere il tuo gatto in casa. In questo modo prenderai una decisione ponderata e sarai in grado di trasmettere questa sensazione positiva al tuo gatto e ad altri membri della famiglia. In più, se conosci i potenziali svantaggi che una vita esclusivamente casalinga può comportare per il tuo gatto, è molto più probabile che adotterai alcune delle molte misure a disposizione per consentirgli di essere felice, in salute e ricco di stimoli anche in casa, per tutta la vita.

Quali sono i vantaggi di una vita casalinga per il tuo gatto?

  • Il tuo gatto ha meno possibilità di contrarre malattie infettive o parassiti. Il tuo gatto ha possibilità molto minori di smarrirsi o di essere investito da un’auto.
  • Il tuo gatto è al sicuro da aggressioni di altri animali, in particolare di altri gatti.

Quali sono i potenziali svantaggi di una vita casalinga per il tuo gatto?

  • Il tuo gatto potrebbe sentirsi frustrato se non può dare sfogo ai suoi istinti, ad esempio senza la possibilità di esplorare o graffiare in modo praticamente illimitato.Tale frustrazione può essere causa di stress per il tuo gatto e sfociare in problemi comportamentali come graffiare e rovinare i mobili o evitare di usare la lettiera, facendo pipì dove non deve.
  • In casa, il tuo gatto solitamente ha meno opportunità e meno spazio per l’attività fisica ed è a maggior rischio di aumentare di peso. Alcuni gatti si annoiano, cosa che comporta malattie infiammatorie croniche come obesità, diabete e osteoartrite.
  • Il tuo gatto dipenderà maggiormente da te per quanto riguarda gli stimoli e per lui può essere più difficile affrontare il fatto che tu sia fuori di casa rispetto a un gatto che vive all’esterno.
  • Può essere difficile fare in modo che il tuo gatto non esca, soprattutto se in casa ci sono bambini. Se il gatto scappa, è probabile che fuori si senta disorientato e spaventato.

Come creare un ambiente interno sicuro, stimolante e sano per il tuo gatto

Le misure che puoi adottare per creare un ambiente positivo, sicuro e stimolante per il tuo gatto sono moltissime. La maggior parte sono relativamente facili da adottare e poco costose. Sul lungo periodo, miglioreranno notevolmente la qualità di vita del tuo gatto casalingo.

Suggerimenti per arricchire l’ambiente interno per il tuo gatto:

  • Fai in modo che il tuo gatto disponga di qualcosa per dare sfogo al suo bisogno istintivo di graffiare, collocando tiragraffi verticali e orizzontali in diversi punti della casa.
  • Prova a rendere più stimolante il momento della pappa. I puzzle feeder stimoleranno mentalmente il tuo gatto, alleviando la noia e offrendogli la possibilità di fare un po’ di attività fisica in più.
  • Colloca un albero per gatti per offrire al tuo amico la possibilità di arrampicarsi.
  • Crea dei trespoli sui davanzali interni delle finestre da cui il tuo gatto possa divertirsi osservando quello che accade fuori.Ad ogni modo, ricorda che potrebbe anche subire uno stress se dovesse vedere un altro gatto che lo osserva.
  • Verifica che le zanzariere siano solide e prive di fori. Dì ai tuoi familiari di chiudere bene le porte che danno sull’esterno.
  • Anche i gatti che vivono in casa dovrebbero avere il microchip.

Se il tuo gatto dovesse scappare, sarà meno preparato ad affrontare il mondo esterno e il microchip renderà molto più facile che tu lo possa ritrovare.

  • Elimina eventuali piante d’appartamento che possono essere tossiche e crea un giardino interno con vasi di piante a misura di gatto dove sia libero di esplorare. Gioca con il tuo gatto il più spesso possibile. In commercio esistono moltissimi giocattoli divertenti per gatti, oppure puoi divertirti tu a costruirne qualcuno.

Ora che hai una panoramica degli aspetti principali da valutare quando decidi qual è la cosa migliore per il tuo gatto, se la vita casalinga o quella all’aperto, sei in una posizione decisamente migliore per prendere una decisione che, alla lunga, sarà quella giusta per il tuo gatto e per te. Ricorda che si tratta di una decisione molto personale, strettamente connessa all’indole e all’esperienza del tuo gatto, oltre che al particolare ambiente della tua casa.I gatti possono essere felici e sani sia che vivano in casa, sia che vivano all’aperto, purché tu faccia molta attenzione a soddisfare l’intera gamma delle loro esigenze fisiche, psicologiche ed emotive, adottando tutte le precauzioni necessarie per mantenerli al sicuro e stimolati in tutte le diverse fasi della loro vita.